Chi Siamo

 


L’arredo Vintage

In Italia, arte ed architettura, hanno una storia lunga e gloriosa, mentre il design, nonostante il suo riconosciuto prestigio internazionale, ha avuto una storia a lungo subordinata ad esse, molto breve (due secoli, visto che la sua nascita risale alla prima rivoluzione industriale) e limitata a vicende che riguardavano la progettazione di strumenti e suppellettili domestici, legati al variare del gusto, alle necessità quotidiane o alle tecniche di costruzione.
Oggi, invece, quello del design è un mondo autonomo e per molti versi alternativo, in quanto fornisce informazioni culturali ed antropologiche importanti sulle radici di ogni paese: sono gli oggetti domestici e la loro progettazione a dare informazioni preziose su vicende più ampie e più alte, non facilmente rintracciabili nelle storie ufficiali.
Del design, della sua importanza e della sua evoluzione ne parliamo con Stefano Pitanti.

L’ Azienda

Azienda familiare specializzata nell’importazione e commercio di mobili antichi, appartenenti soprattutto al XIX e XX secolo, la Pitanti Mobili è nata nel 1993, sotto la guida dello stesso Stefano e della madre Helge.
“I nostri complementi d’arredo” – ci racconta Stefano mentre ci guida all’interno dello showroom – “provengono dai paesi del nord Europa, principalmente da Francia, Inghilterra e Svezia, mentre per quanto riguarda il mercato estero, abbiamo una storica partnership con gli Stati Uniti”.
Mobili, sedie, poltrone, pianoforti, tromeau, vengono poi accuratamente restaurati, portati ad una nuova vita, pronti per arredare ville, casali, ma anche la case più moderne, all’insegna della contaminazione tra “antico” e “nuovo”, tanto in voga negli ultimi anni.
“Dal 2010” – riprende Stefano – “abbiamo deciso di non limitarci alla vendita all’ingrosso, aprendo le porte dell’azienda anche al singolo acquirente, spinti soprattutto dal radicale cambiamento di gusti e tendenze; l’imperativo, nella moda, così come nel design, è uno soltanto: mescolare e far convivere all’interno di uno spazio più stili, apparentemente antitetici tra loro, ma che in realtà possono offrire una nuova ed interessante chiave di lettura per chi si appresta ad arredare la propria abitazione”.
Tra gli oggetti cult dell’arredo ci sono, sicuramente, anche le lampade: un settore che Stefano ed Helge curano con particolare attenzione ed interesse, importandole di diversi stili e materiali: bronzo, porcellana, ma anche plexiglass e maioliche.
“Nonostante molte delle case d’asta internazionali più piccole, siano state, in questi tempi economicamente difficili, assimilate da quelle più grandi e famose” – sottolinea Stefano, da ottimo imprenditore – “è ancora possibile fare degli ottimi affari, accaparrandosi, spesso con un ottimo rapporto qualità prezzo, il mobile, la sedia, il divano che stavamo cercando”.
Ad attirare la mia attenzione, tra i tanti pezzi d’arredo interessanti, è una ruggente chaise longue in acciaio cromato degli anni ’70-’80, con seduta regolabile su due posizioni e rivestita in cavallino.
E per conferire un tocco simpatico e colorato al giardino? Niente di meglio di una girandola, ma non una qualsiasi: un’ammiccante Betty Boop che ruoterà al soffiare del vento, strizzando l’occhio ai vostri ospiti.
Arredare, insomma, può essere un vero e proprio gioco, un modo di esprimersi e di conferire ad uno spazio asettico un tocco della propria personalità, meglio se consigliati da persone attende e professionali.
Da non dimenticare, poi, anche il valore affettivo che un complemento d’arredo può acquisire..non c’è niente di più bello di veder muovere i primi passi del nostro bambino tra l’ultra moderno televisore di casa e l’antico mobile in noce della nonna.

PITANTI srl Via Carlo Marx, 34 Cerbara – 06012 Città di Castello (PG) P.Iva 02265500542 – e-mail info@pitanti.net www.pitanti.it